www.turismo.intoscana.it

La Toscana non è solo meta turistica estiva per il suo mare e le sue spiagge. L’autunno è certamente una stagione ideale per scoprire le tante sorprese che riserva questa regione, per passare una vacanza indimenticabile: il benessere delle località termali più famose al mondo, le magiche atmosfere della campagna chiantigiana, i borghi medievali più belli d’Italia dove il tempo sembra essersi fermato. Un viaggio dove la cultura, l’enogastronomia e l’arte sono le protagoniste. Per chi ama le vacanze legate alla natura, è d’obbligo trascorrere qualche giorno nel Chianti: un paesaggio da cartolina tra dolci colline e vigneti, da percorrere anche in bicicletta. Lungo i sentieri e le piccole strade di campagna c’è sempre qualcosa da svelare: abbazie, chiese, castelli e ville signorili si alternano in un susseguirsi di panorami da fiaba. Tra i percorsi più interessanti ci sono le strade del vino, dove poter avventurarsi tra antiche tradizioni e sapori della buona tavola toscana. Nelle suggestive campagne si trovano, spesso arroccati su verdi colline, i gioielli della Toscana. Dal fortilizio medievale di Anghiari, uno dei borghi più belli d’Italia, fino all’incantevole centro storico di San Gimignano dal profilo inconfondibile, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco. E ancora Volterra, affascinante per le sue caratteristiche medievali che coesistono con testimonianze di epoca etrusca, o Cortona, nell’aretino, una piacevole scoperta tra itinerari artistici ed eleganti ville nobiliari.
Desiderate fuggire dal caos della città per una vacanza di puro benessere? Allora le terme toscane sono la scelta giusta: un mix di antiche tradizioni e di nuovi metodi abbinati a centri eleganti e a scenari suggestivi. Il successo del termalismo toscano lo si deve soprattutto alle fonti e alle sorgent ricche di elementi naturali con proprietà terapeutiche importanti. Tante le opportunità a disposizione. Montecatini Terme, meta ideale di scrittori e artisti nel 1800, con i suoi stabilimenti termali d’eccellenza che utilizzano metodologie moderne e tradizionali. Affascinante anche Chianciano Terme, nelle Terre di Siena: un vero e proprio paradiso di relax di qualità, unito alla straordinarietà del paesaggio. Infine, le Terme di Bagni di Lucca, a due passi dalla Versilia dove la remise en forme è la parola d’ordine, o Saturnia, con le sue acque benefiche dalla storia millenaria. La Toscana, luogo ricco di storia, arte e cultura, è anche terra fertile e rigogliosa per l’agricoltura e famosa nel mondo per l’eccellenza dei suoi vini. Filari di uve pregiate crescono sulle dolci colline, tra splendidi paesaggi e antiche vie, che diventano veri itinerari da seguire per chi desidera perdersi tra i colori e la produzione gastronomica locale. E in questo paesaggio unico – segnalate dalla presenza di cartelli specifici, centri di degustazione e spazi espositivi – si snodano le Strade del vino, dell’olio e dei sapori della Toscana.
Le Strade del vino, insieme a quelle dei sapori, sono uno dei tragitti più interessanti per scoprire gli angoli meno conosciuti del territorio, ville e casali, fattorie e cantine dove degustare le migliori etichette. Vedere dove crescono le uve più famose al mondo, conoscere le tecniche di produzione, avventurarsi nelle fattorie, assaporare i prodotti del territorio e conoscere più da vicino la “gente di Toscana”.
Un ideale filo rosso unisce così i vigneti dei Colli di Candia e della Lunigiana a quelli del Montecarlo, i rossi della Strada del Chianti Classico a quelli della Strada Medicea di Carmignano. Percorsi attraverso paesaggi mutevoli e panorami indimenticabili, come quelli che si possono godere attraversando le colline pisane o i colli fiorentini e che parlano dei loro prodotti, famosi nel mondo. Gli itinerari che uniscono il piacere dell’arte o della scoperta di borghi storici a tradizione e degustazione sono davvero molteplici ed eterogenei e spaziano da un lato all’altro del territorio. Dal mare, con le prelibatezze delle strade della Costa degli Etruschi o della Maremma alle splendide campagne di Montespertoli o di Montepulciano e delle loro famose etichette. Da San Gimignano, tra torri e Vernaccia, alla Montagna Pistoiese, tra ricotta e succulenti delizie della tradizione gastronomica. Incantarsi di fronte alle strade che portano da Siena ad Arezzo e che parlano del sapore corposo dei suoi rossi. Sognare di abbandonarsi al sereno muoversi delle foglie di olivo sotto l’azzurro nel cielo nelle terre di Leonardo, nel Montalbano o gustare i marron glaces a Marradi nel Mugello. Dall’Amiata ai paesaggi della Valdorcia e ai sapori della Valtiberina in un percorso di inesauribile fascino e seduzione, che porta ad avventurarsi verso luoghi lontani dalle grandi città d’arte ma che raccontano di un pezzo di Toscana inedito, fatto dei frutti della terra, di agricoltura, dei sapori e dell’ospitalità che caratterizza la sua gente.
Per avere maggiori informazioni sulle mete turistiche toscane e per scoprire tutti gli eventi dell’autunno visitare il sito www.turismo.intoscana.it